trends

I Tools di Marketing indispensabili per un Digital Marketer che lavora in remoto.

Lavori nel marketing digitale in remoto o in smart working?

I tools indispensabili per il tuo lavoro di digital marketer.

Se ami Internet e probabilmente hai esperienza di marketing, allora forse è il momento di pensare di lavorare come un marketer digitale. Se è il tuo sogno è trovare un lavoro che ti consenta di viaggiare per il mondo, optare per lavori di marketing digitale a distanza o in smart working questo post fa al caso tuo.

I lavori di marketing digitale da freelance ti consentono di lavorare facilmente da un coffee bar, a casa o ovunque tu voglia, basta una connessione abbastanza veloce.

Per te un elenco dettagliato dei migliori strumenti di marketing digitale che ti consigliamo per aiutarti a raggiungere, agire, coinvolgere e convertire i tuoi clienti target.

Avere il set giusto di tools per gestire dati, contenuti nel marketing digitale è essenziale! Senza quelli giusti, non sarai in grado di creare una strategia per raggiungere i clienti target, analizzarli e convertirli. Per stare al passo con i concorrenti avrai necessità di intuire i percorsi dei clienti, le abitudini, ottimizzare il tasso di conversione e tenere sotto controllo molte altre dimensioni e metriche.

Tools suddivisi per Canale.

  1. Ottimizzazione dei motori di ricerca: ricerca organica
  2. Ricerca a pagamento: AdWords
  3. Analytics
  4. Social Media Marketing (PR e influencer)
  5. Email Marketing / Marketing Automazione
  6. Content Marketing

L’obiettivo di Web Communication Tools è fornire un elenco nella moltitudine di strumenti disponibili che siano funzionali per ogni Canale di Marketing e che se utilizzati correttamente, possono aiutarti a ottimizzare l’efficacia delle tue azioni.

(altro…)

SMART WORKING: IL 2018 È L’ANNO DI SVOLTA PER IL LAVORO A DISTANZA.

Nonostante le storie occasionali di aziende che non prendono in considerazione il programma di lavoro a distanza, tutte le tendenze a lungo termine mostrano una crescita costante del numero di persone che lavorano in remoto o in smart working. 

Nel 2017 ad esempio, il 43% dei lavoratori statunitensi lavorava a distanza almeno occasionalmente, rispetto al 9% nel 2007. Negli ultimi 10 anni, il numero di persone che lavorano principalmente da casa è aumentato del 115%. Inoltre, il lavoro remoto è cresciuto più rapidamente di qualsiasi altro metodo di permuta.

Se la tua azienda non ha ancora adottato il lavoro a distanza, sicuramente non potrà che tenerne conto nei prossimi anni. Il lavoro a distanza può beneficiare di molti punti di forza tra cui l’aumento dei tassi di produttività, la capacità di reclutare le persone più idonee indipendentemente dalla collocazione geografica, la maggiore agilità, la qualità della vita e molto altro…

Molte delle aziende che hanno introdotto per prime lo smart working sono leader di settore. Tra queste possiamo citare DELL, il cui Director of Global Employment Brand, Jennifer Newbill afferma: “I nostri dipendenti che hanno flessibilità nei loro ruoli attuali hanno un eNPS (Employee Net Promoter Score) più alto. Ciò che è buono per i dipendenti può anche essere utile per le imprese. “

I dipendenti che hanno accesso a opzioni di lavoro flessibili come il lavoro a distanza diventano più leali e coinvolti.

Le sfide dello Smart Working

Il lavoro a distanza non è privo di sfide.

I leader che supervisionano i programmi di lavoro in remoto devono trovare soluzioni per estendere la cultura aziendale in un ambiente virtuale, elaborare metriche per tenere traccia del ROI del lavoro remoto e combattere l’isolamento dei lavoratori.

Le migliori aziende che hanno subito tratto vantaggio da questa nuova modalità di lavoro, hanno creato programmi che cercano di massimizzare i benefici superando i problemi iniziali.

Con i dispositivi mobili e la tecnologia di videoconferenza sempre più diffusa, anche i lavori di telelavoro stanno diventando più comuni. Oltre che essere sempre più ambiti e ben retribuiti offrono un maggiore equilibrio tra lavoro e vita privata.

Lavoro da casa 2018: le prime 100 aziende per il lavoro a distanza in USA

Un trend in forte crescita.

(altro…)