consigli seo

Cosa è RANKBRAIN di Google e come puoi sfruttarlo per la SEO

RankBrain – Milioni di utenti Internet giornalmente eseguono innumerevoli ricerche su Google, i marketer hanno bisogno delle migliori strategie per portare i loro siti nella prima pagina delle serp.

RankBrain: I marketer cercano di comprendere in che modo Google classifica le pagine di destinazione, come ottimizzare il contenuto, l’organizzazione e il layout dei siti per migliorare il ranking.

La pagina dei risultati del motore di ricerca (SERP) è popolata con un ordine derivato ​​dal complesso algoritmo, o gruppo di algoritmi che regolano l’ascesa, l’inserimento, o la perdita di posizione dei siti web. Google afferma che tre fattori importanti decidono in che modo la tua pagina compete con gli altri per la posizione dei risultati di ricerca: contenuto, link esterni e un fattore meno noto, un sistema di apprendimento automatico chiamato Rank Brain.

Che cosa è esattamente RankBrain?

RankBrain, il sistema di apprendimento automatico di Google, è un componente dell’algoritmo che decide come classificare le pagine. Google non solo prende nota di ciò che cerchi, ma anche di come interagisci con i risultati di ricerca e il contenuto interno alla pagina. Raccoglie dati sull’esperienza utente (UX) di come un utente naviga attraverso i risultati e le informazioni sulla SERP. (altro…)

Indicizzazione e posizionamento sui motori di ricerca, suggerimenti SEO

L’indicizzazione sui motori di ricerca o posizionamento, è una disciplina non troppo giovane, ma ha subito pesanti cambiamenti nel corso degli anni soprattutto dovuti agli aggiornamenti algoritmici.

Nella seo odierna per ottenere traffico qualificato e entrare nelle prime pagine delle serp in target occorre tenere presente alcuni fattori fondamentali:

Le keywords

Le keywords sono il punto di partenza di qualsiasi campagna seo. Senza aver chiari quali sono gli obbiettivi non è possibile procede. Occorre effettuare delle analisi preliminari, conoscere il mercato e domandarsi quali siano le ricerche più attinenti e relative al proprio pubblico. Una volta individuate keywords e long tail keywords, è necessario capire quale sia l’effort che occorre per raggiungere le prime pagine.
Si procede dunque con l’analisi dei competitors per individuare i punti di forza dei siti e se fanno uso o meno del content marketing.

(altro…)