Social media marketing

Facebook ads – come creare pubblicità su Fb in autonomia.

Struttura delle campagne di facebook ads per lead generation.

I tre livelli per creare una campagna di facebook ads sono questi:

  • Campagna
  • Gruppo di inserzioni
  • Inserzione

Campagna

Al livello di campagna si configura l’obbiettivo, che si divide in notorietà, considerazione, conversioni. Sotto la voce considerazione troverete traffico. Cliccandoci creerete la campagna con un suo nome.

Gruppo di inserzioni

Il Pubblico Personalizzato

A questo punto il wizard di facebook ads passa al gruppo di inserzioni dove potrete scegliere il pubblico.
Avete 2 possibilità

  • Crea nuovo
  • Usa pubblico salvato.

Rimaniamo su crea nuovo, a questo punto è possibile creare un nuovo pubblico, poi selezioniamo Crea un pubblico personalizzato che vi consente di accedere a  4 distinte possibilità:

File Cliente: Potrete importare delle liste di utenti, magari prelevate dal vostro db, da linkedin, o da qualsiasi altra fonte. L’importante che ci sia come base dati nome, cognome e mail.
In questo modo farete vedere la vostra pubblicità a quella lista. Lo strumento dà anche la possibilità di interfacciarsi direttamente a MailChimp per prelevare i dati e segmentarli.

Visite sul sito web: il così detto remarketing, dovrete installare un codice javascript sul vostro sito, in modo da creare un pubblico relativo agli utenti che navigano il web site. Il messaggio pubblicitario comparirà in questo caso agli utenti che già vi conoscono. E’ possibile poi impostare un pubblico per pagina in modo da targettizzare gli utenti e fornire per ciascuno la propria pubblicità.

Attività nell’app, e interazioni su facebook per il momento non li teniamo in considerazione. Nel primo caso occorre avere un app di facebook, nel secondo caso occorre avere una pagina facebook già molto performante a livello di interazione con i vostri contenuti.

Il Pubblico Targettizato

Se non volete utilizzare il pubblico personalizzato nella fase inziale, potete andare oltre e scegliere:

  • Luoghi: potete scegliere città, aree geografiche, regioni, nazioni, continenti ecc. In questo modo potrete geolocalizzare il gruppo di inserzioni.
  • Età: è possibile scegliere l’età del target.
  • Il genere: Maschi, Femmine, Entrambi
  • Le lingue: potrete inserire più lingue
  • Targettizzazione dettagliata: Potrete inserire le persone che soddisfano determinati requisiti, dati demografici, interessi, comportamenti. Questa sezione è molto importante per andare a colpire il pubblico che supponiamo sia più interessato alla nostra offerta. Inoltre come su Adwords, è possibile escluderne alcuni, in modo da ridurre la possibilità di click da parte utenti non interessati alla vostra campagna facebook ads.
  • Connessioni: per restringere ulteriormente il campo di visualizzazione dell’annuncio è possibile raggiungere le persone che hanno una connessione con la tua pagina, con la tua applicazione con il tuo evento.

I Posizionamenti

È possibile utilizzare i posizionamenti automatici, oppure scegliere quelli personalizzati con modifica posizionamenti. In generale i posizionamenti automatici di facebook ads funzionano molto bene, ma se avete esigenze particolari o strategie ben precise, è possibile scegliere :

Facebook

  • Sezione Notizie
  • Articoli interattivi
  • Video in-stream
  • Colonna destra

Instagram

  • Feed
  • Stories

Audience Network (molto efficace)
mostra le inserzioni allo stesso pubblico di destinazione su altri siti Web e app mobili aderenti al Network di Facebook.

In Opzioni avanzate potrete ulteriormente targettizzare la campagna con altre funzionalità di inclusione/esclusione

Budget e programmazione

In questa area si può impostare il budget giornaliero, e la durata del gruppo di inserzioni.
Nella sezione avanzata:
si può scegliere se utilizzare la pubblicazione per click, per visualizzazione, a copertura giornaliera:

Per click facebook ads farà vedere le inserzioni alle persone più propense al click.

Per visualizzazione facebook farà vedere le inserzioni più volte possibile.

Per Copertura giornaliera, facebook farà vedere le inserzioni una sola volta al giorno ad utente.

Si può inoltre impostare l’importo dell’offerta, se automatica o manuale: Automatica Facebook ottimizza in autonomia il rapporto click / costo. Manuale, sei tu che devi decidere quanto può valere il costo di un click

Si può scegliere se pagare a click o a numero di visualizzazioni.

Si può scegliere se pubblicare le inserzioni continuativamente oppure gestire la pubblicazione tramite calendario settimanale. (per questa funzionalità bisogna aver impostato il Budget totale invece che giornaliero)

Si può scegliere il tipo di pubblicazione se standard o accelerata.

A questo punto si dà il nome al gruppo, si salva e si passa alle inserzioni.

Inserzioni

È possibile scegliere tra 5 opzioni di inserzione:

Carosello: Crea un inserzioni a più immagini da scorrere orizzontalmente, può contenere anche video
Immagine singole: Si possono creare immagini più testo
Video: è possibile inserire un video
Slideshow: permette di creare un video da un massimo di 10 immagini
Canvas: permette di raccontare una storia unendo video contenuti e immagini

In ogni caso è possibile creare un url di destinazione e aggiungere parametri per il tracciamento tramite analytics o altri strumenti, scegliere il tasto di invito all’azione.

Una volta scelta la soluzione migliore, compilate i campi,  salvare e andare avanti.
A questo punto dopo che facebook ads avrà effettuato i dovuti controlli, la vostra pubblicità inizierà a performare.

Successivamente si potranno aggiungere nuove inserzioni all’interno del gruppo di inserzioni, creare nuove campagne ecc.

 

Social Media Marketing per il Turismo : le Metriche

Con l’avvento dei social network gli albergatori hanno finalmente compreso quanto sia importante una strategia di social media marketing per il turismo e sfruttare a pieno il potere dei maggiori canali social, come Facebook e Twitter, per aumentare la visibilità e la reputazione online di un hotel. Oggi i social media, utilizzati dalle aziende in tutto il mondo, sono diventati uno strumento potentissimo per fare branding, advertising o customer relationship management. Essi infatti sono in grado di offrire agli hotel delle straordinarie opportunità per promuovere le loro strutture, ampliare la rete di contatti, interagire e relazionarsi con gli utenti e fidelizzare i clienti già acquisiti.

Come valutare l’efficacia del marketing turistico

L’obiettivo di una Seo agency è quello di individuare e applicare le strategie di social media marketing per hotel più efficaci e idonee per i propri clienti. Molti di essi però non sanno che non è possibile prevedere con esattezza il ritorno sugli investimenti in ambito social, il cosiddetto ROI (Return Of Investment). Proprio per questo motivo esistono delle metriche in grado di verificare lo stato degli obiettivi da raggiungere e dunque valutare l’efficacia della strategia marketing per facebook e twitter, i principali canali social utilizzati dagli hotel. Queste metriche per il marketing turistico vanno utilizzate solo a seconda delle esigenze di ciascun hotel in quanto non tutti hanno gli stessi obiettivi, ci sono alcuni che utilizzano i social network per promuovere la loro reputation, altri per pubblicare promozioni e offerte, etc.

Le metriche per il social media marketing per il turismo

Quali sono dunque le metriche più corrette per misurare le proprie attività alberghiere sui social network e individuare la strategia di social media marketing per hotel più adatta?

  • I fan su Facebook,ovvero prestare attenzione al numero di utenti che diventano fan sulla propria pagina facebook. Una buona audience dipende anche da molti fattori, come l’interazione costante con i propri utenti e la viralità delle pubblicazioni. Degli ottimi strumenti per aumentare il numero di fan sono le Facebook Ads e le newsletter mirate alla propria clientela per invitarli a diventare fan.
  • I follower su Twitter, ovvero i seguaci del profilo Twitter dell’hotel. Per aumentare i propri follower è importante pubblicare contenuti coinvolgenti e interessanti o tweet di lastminute e promozioni speciali. A tal proposito sarebbe anche consigliato di diventare fan di profili correlati al mondo del turismo, di viaggi e destinazioni turistiche da visitare nei dintorni dell’hotel.
  • Il traffico generato dai social sul sito dell’albergo. Le visite ottenute vanno poi analizzate in base alle prenotazioni effettuate dagli utenti, ai lead e alle pagine visitate.
  • Le prenotazioni. Per gli hotel è importante calcolare il numero di prenotazioni generate dai canali social, soprattutto per quelli che usano Promoted Tweet o Facebook ads: strumenti utili per promuovere prodotti, servizi, post, eventi, siti web o app.
  • Le visite alle pagine dell’hotel e la frequenza di rimbalzo degli utenti, che tramite i social accedono al sito. Oggi non è importante solo la quantità delle visite ma anche la qualità delle pagine. Se gli utenti non restano a lungo su una pagina può significare che: gli argomenti sono poco correlati e interessanti, le pagine sono lente nel caricarsi o le landing page sono disorganizzate.
  • I lead, ovvero i contatti degli utenti visitatori del sito, interessati ad un determinato prodotto o servizio, che sono generati grazie all’iscrizione alla newsletter o alla richiesta di disponibilità e informazioni tramite gli appositi contact form o l’invio di e-amil.
  • Tenere sotto controllo il numero di fan e follower. Controllare se il numero degli utenti cresce in modo costante o si arresta dopo un primo periodo positivo. Se si verifica ciò significa che i contenuti sono poco interessanti e virali, di conseguenza viene a mancare l’influenza del “passaparola”.
  • Gli utenti attivi, ovvero coloro che interagiscono e condividono i contenuti social in modo che gli altri utenti possano commentare gli status, cliccare “Mi piace”, esplorare i link proposti e quindi generare interazione, interesse e coinvolgimento. In caso contrario meglio cambiare strategia!
  • Confrontare le attività sui social, ovvero controllare quali sono le attività che suscitano interesse, emozioni e interazione, quelle che invece non generano nessun tipo di effetto e qual è l’ora migliore per pubblicare un contenuto. Insights Facebook e Twitter Analytics sono gli strumenti più adatti per stimolare a pieno l’interazione degli utenti in quanto in grado di monitorare e migliorare le attività e performance sui profili social e il grado di coinvolgimento dei contenuti creati per gli utenti.
  • Reputazione del brand, o meglio com’è la reputazione dell’hotel sui canali social. Oggi è importante tenere sotto controllo le menzioni e le citazioni degli utenti durante una conversazione, e soprattutto se queste esprimono un giudizio positivo o negativo.
  • Interazione tramite il blog. Se l’hotel possiede un blog, i social media possono diventare degli strumenti efficaci per aumentare la visibilità dei post e incoraggiare gli utenti con commenti e risposte. Per questo è importante anche tenere sotto controllo i commenti degli utenti, le visite sul blog, che provengono dai canali social, e gli iscritti al feed del blog.

Social media marketing per hotel

I segreti del Social Media Marketing per Hotel

Le agenzie di viaggio hanno perso notevole influenza nell’orientare i flussi turistici; oggi il turista sceglie la propria meta direttamente sui Social Network, su Trivago, TripAdvisor, Expedia, su blog e forum. Per questo il Social Media Marketing per Hotel rappresenta un’opportunità da non perdere per gli albergatori che vogliono sviluppare la propria visibilità online. Ma come migliorare l’appetibilità di una struttura ricettiva sul web? Ecco alcune linee guida da seguire per aumentare le prenotazioni.

Social Media Marketing come investimento

Il Social Media Marketing per hotel non è un hobby, ma dovrebbe diventare un’importante voce del bilancio tanto quanto la pulizia delle camere. Una soluzione è affidare il proprio sviluppo digitale ai professionisti di una Web Agency, oppure, se già provvisti di un’adeguata piattaforma web, individuare (anche all’interno del proprio staff) una persona con buone conoscenze nel campo del Social Media Management. Una cosa è certa: per sfruttare appieno le potenzialità del Web serve impegno costante.

L’importanza di avere un blog

Lo sviluppo e la cura di un blog si traduce in una preziosa fonte di contenuti da condividere sui Social, oltre ad una fonte d’informazione per i turisti riguardante gli eventi e le attrazioni che orbitano intorno all’hotel.

Curare la propria reputazione online

Dal momento che i turisti frequentano i siti di recensioni per orientarsi nelle scelte, è importante sviluppare e tenere aggiornato il profilo dell’hotel su TripAdvisor e piattaforme simili. Rispondere tempestivamente ai commenti e alle recensioni (senza mai attaccare il cliente) è un segno tangibile della propria affidabilità.

Coinvolgimento

I clienti stessi possono diventare protagonisti della crescita online di una struttura alberghiera. Chieder loro di postare le foto del soggiorno (magari premiando la migliore del mese con un week-end gratis), invitarli a mettere mi piace alla pagina Facebook e organizzare piccoli giochi e contest sono tutte tecniche in grado di coinvolgere gli utenti e aumentare l’attenzione intorno alla struttura ricettiva. Anche in questo caso, saper dosare originalità, contenuti e creatività può fare la differenza.

Interazione

Il Social Media Marketing per Hotel passa anche attraverso il tasto @ su Twitter e Facebook. In questo modo si può incrementare la propria sfera d’influenza interagendo direttamente con le pagine delle aziende, delle attrazioni o dell’ente turismo che operano intorno alla località di riferimento. Il passaggio è semplice: se un turista ha intenzione di visitare Milano e pone una domanda sulla pagina “Turismo Milano”, l’albergo può rispondere congratulandosi della scelta, e poi proporre delle attrazioni con un link al proprio blog.

Con o senza l’aiuto di una Web Agency, il Social Media Marketing per alberghi è un aspetto che non può essere trascurato se si vuole emergere rispetto alla nutrita concorrenza del settore.

Perché i brand devono essere presenti sui Social Network

Giorno dopo giorno i Social Network aumentano la loro capacità di creare legami fra brand e consumatori. La diffusione dei dispositivi mobile rappresenta un ulteriore potenziale di crescita per i marchi che si fanno trovare pronti al dialogo e alla comunicazione con gli utenti. E la comunicazione passa soprattutto attraverso i Social Network, ampiamente frequentati in fase di scelta d’acquisto, e non solo da giovani utenti (i maggiori utilizzatori rientrano nella fascia di età 20-55).

Non è facile valutare con efficacia il ROI (return of investment) degli investimenti aziendali in termini di Social Media Marketing. Tuttavia, anche se non è possibile stabilire una correlazione diretta fra presenza sui Social e aumento delle vendite, una buona campagna di Social Media Merketing è in grado di generare dei frutti cospicui. Lo scopo per un’azienda è duplice: imprimere il proprio brand nella mente degli utenti/consumatori, e calibrare la strategia e gli obiettivi di comunicazione in accordo alle esigenze degli utenti stessi. Ma i vantaggi della presenza sui Social Network non finiscono qui, e aprono la strada a diverse possibilità:

  • Pubblicizzazione di prodotti e promozioni
  • Assistenza clienti
  • Fidelizzazione
  • Aumento del traffico vero il sito web aziendale

Fidelizzare i clienti attraverso l’engagement

L’azienda presente sui Social Network ha tutti i vantaggi e gli strumenti a disposizione per intraprendere dellecomunicazioni dirette con i propri clienti. Rispondere tempestivamente alle domande che gli utenti pongono di continuo sulle pagine aziendali può tradursi in un nuovo acquisto o in un contatto da aggiungere alla mailing list. Il coinvolgimento del clienti (engagement) passa soprattutto attraverso la condivisione di contenuti brillanti ed efficaci che sappiano intercettare aspettative e bisogni dell’utenza. Ma quali contenuti condividere?

Strategia per la comunicazione sui Social Network

La domanda precedente introduce un aspetto prezioso per una presenza quanto più produttiva sui Social Network. Il profilo aziendale, a differenza di quello personale, non deve operare in modo casuale, ma dovrebbe offire al poprio pubblico contenuti testuali e multimediali inerenti al core business aziendale. La comunicazione deve essere dunque permeata dalla vision e dalla mission che contraddistinguono il brand, per essere sempre riconoscibile come affidabile e unico dai consumatori. Parafrasando un celebre detto di Sun Tzu, conosci te stesso e conoscerai i tuoi clienti.

Social Media Marketing e Comunicazione Aziendale

Fondamentale nella comunicazione aziendale é oggi il social media Marketing in cui la relazione tra produttore e consumatore diventa diretta. L’approccio al marchio è oggi molto diverso rispetto al passato, in quanto i mass media tradizionali quali tv, radio e riviste, oggi sono solo una parte della trasmissione delle informazioni ai consumatori. Spesso il potenziale acquirente conosce un’azienda tramite i social network, grazie alla condivisione online di contenuti che può diventare facilmente virale.
Il web è diventato oggi una enorme piazza virtuale in cui é possibile trovare qualsiasi cosa e quindi interessante opportunità per i brand che vogliono emergere; tuttavia occorrono tecniche precise per la promozione di un marchio su internet. I social media sono per l’azienda un’interessante luogo in cui condurre campagne e ricerche di marketing e interagire con le persone valutando le loro opinioni. Il rapporto diretto di “botta e risposta” che viene a crearsi grazie ai media sociali permette di creare un prezioso contatto con i clienti, interragendo con loro secondo i dettami della comunicazione a tu per tu.
Condurre un’adeguata campagna di social media marketing è un investimento che richiede un notevole investimento di tempo ma che una volta capite le dinamiche dei social network, darà i propri frutti con costi ridottissimi. Diverse aziende stanno includendo al loro interno un team specializzato in comunicazione tra cui blogger che si dedicano esclusivamente al social media marketing.
Investire nel social media marketing permette alle aziende di sviluppare con il consumatore una comunicazione nuova e paritaria e non più come in passato tramite monologhi fini a se stessi.
Elemento di base di questo tipo dio comunicazione è la partecipazione di cui i social media si nutrono tramite i feedback dei follower e tramite l’elaborazione di contributi accattivanti con l’obiettivo di farli cliccare e condividere dai propri fans.
I Contenuti di qualità ma creati in maniera informale,permettono di creare una dimensione intima e colloquiale, quindi di fiducia, con i follower; proprio i contenuti sono un elemento importante e fondamentale per la scalata verso il successo: essi generano fiducia e la partecipazione dei fans.
La Precisione nella trasmissione dell’informazione è un altro elemento imprescindibile, da questo dipende il successo della campagna. Una comunicazione confusa e caotica distoglie il proprio interlocutore dal messaggio che si vuole trasmettere. A questo proposito vale la regola del “poco e chiaro” tipico della comunicazione sintetica e telegrafica.
Una comunicazione semplice, diretta e senza fronzoli dev’essere la base di una campagna di social media marketing: termini astrusi e troppo colti annoiano gli utenti.
Creare una community attorno a un topic aiuta a divulgare la campagna in maniera naturle tramite il bocca a bocca.

I Social Media possono essere un tassello fondamentale per creare e incrementare qualsiasi brand, senza di essa l’azienda é relegata a una comunicazione vecchia e obsoleta.
La comunicazione dinamica può essere utilizzata anche all’interno dell’azienda, modificando anche la comunicazione aziendale in funzione di una linea semplice e dinamica tra le parti.
Un’adeguata campagna di marketing sociale per l’azienda deve essere articolata in 5 punti fondamentali:
Definizione degli obiettivi da raggiungere
Step e argomenti da trattare per raggiungere l’obiettivo
Partecipazione informale
Identificazione del target di riferimento tramite l’analisi dei follower
Incrementare i follower e tenere in considerazione quelli già acquisiti

La Top 5 del social media marketing organization

Occuparsi di Social Media Marketing per il proprio Blog o sito, significa aumentare la rete sociale che ruota attorno al proprio portale in modo da ottenere una vera e propria campagna di marketing. Nel caso del social media marketing, ci si concentra in quelle attività social quali: condivisione dei contenuti, ottimizzazione di immagini e video e studio delle keywords, in funzione della propria campagna.

1. Stesura del piano
Le domanda che ci si deve porre quando si progetta una campagna di social media marketing sono:
-Qual’è il mio obiettivo?
-A chi mi sto rivolgendo?
-Che messaggio voglio trasmettere con il social media marketing?
-Quanto tempo e risorse voglio impiegare per raggiungerlo?
Rispondere a queste domande può essere un’ottima base per iniziare il brainstorming in fase di progettazione.
L’elaborazione di un piano è fondamentale per una sua riuscita. E’ necessario capire quali sono le parole chiave e i contenuti che potrebbero catturare il mio target di riferimento.

2. Contenuti
Impostare una campagna di social media marketing comporta la stesura di contenuti di ottimo livello. Dopo aver schiarito le idee sul “contorno” della campagna di social media marketing che sto impostando devo quindi concentrarmi sulle informazioni da trasmettere, che possano catturare i potenziali clienti. Creare una ampia varietà di contenuti con immagini ottimizzate, video e un buon testo sono la chiave per il successo. Sarà necessario creare contenuti interessanti mirando all’obiettivo di generare una diffusione virale degli stessi, aumentando drasticamente la partecipazione degli utenti e il loro numero, detto engagement.

3. Ascoltare i propri utenti
Una vera campagna di Marketing si basa sul dialogo e non su una semplice trasmissione di informazioni a senso unico da parte nostra. In particolare nei social, la campagna deve essere impostata sull’ascolto.

4. Monitoraggio della campagna
Una volta impostati gli obiettivi generali della nostra campagna di social media marketing, è necessario monitorare l’andamento della stessa, in modo da migliorarne gli eventuali punti di deboli e implementare quelli più forti.Valutare il successo della propria social media strategy in corso d’opera è fondamentale. Il monitoraggio deve essere costante in modo da rispondere in tempi brevi a ogni interazione che si riesce ad acquisire.
Utilizzate Google Analytics permette in modo semplice e schematico di verificare il successo delle strategie utilizzate nella nostra campagna di social media marketing, permette infatti di rilevare
-Il grado di apprezzamento nel mondo del web
-Analisi delle tecniche utilizzate
-Verifica delle strategie fallimentari.
Le campagne di social media marketing vanno studiate approfonditamente in modo da poterle monitorare.

5. Social network
Risorsa fondamentale per aziende e blogger che vogliono ottenere un’adeguata visibilità sul Web, i social possono essere un’arma a doppio taglio: un’interazione scostante o eccessiva può essere deleteria per la campagna, inoltre i social media non sono tutti uguali: Twitter, Facebook, Pinterest ecc.. sono diversi modi di comunicare un concetto.
Utilizzare correttamente i social media aumenterà in maniera esponenziale, se non virale, la campagna. Importante é tuttavia chiarire che sia SEO che il Social Media Marketing sono due aspetti fondamentali per promuovere un sito web o un’azienda. Le due strategie devono essere poratte avanti contemporeneamente quindi:
SI alla condivisione social
SI a una campagna Adwords di google
Utilizzando adeguatamente le due tecniche si riuscirà a massimizzare il bacino d’utenza al sito ampliando il target di riferimento.
Gli ingredienti fondamentali per la riuscita della campagna di marketing sono:
-pianificazione SEO, SEM e Social
-costanza
-monitoraggio
-ampliamento traffico al sito web