I segreti della SEO: di cosa si tratta e come funziona – Le regole

I segreti della SEO: di cosa si tratta e come funziona

Non esistono bacchette magiche per migliorare l’ottimizzazione sui motori di ricerca di un sito web (SEO). Anche se raggiungere le prime posizioni della SERP (la pagina dei risultati generata da una ricerca) si traduce in un enorme vantaggio di visibilità, gli sforzi da mettere in campo sono notevoli e interessano più fronti. Ma ottenere un buon posizionamento è più che una possibilità, specialmente grazie alla consulenza di una SEO Agency. Innanzitutto è bene fare una precisazione: SEO si riferisce al posizionamento organico, non a pagamento, sui motori di ricerca e va perciò distinto dal SEM, che riguarda invece i risultati a pagamento come i Google Ads. Le due tecniche non si escludono a vicenda ma senza una strategia SEO di fondo, l’accelerazione dovuta agli Ads si esaurirà in un lampo.

Sono lontani i tempi in cui una buona strategia SEO (Search Engine Optimization) si limitava alla gestione delle giuste parole chiave, tra l’altro spesso abusate nell’utilizzo. Ora che Google e gli altri motori di ricerca utilizzano sofisticatissimi algoritmi per generare le SERP, le carte in tavola sono cambiate e per ottimizzare il posizionamento di un sito c’è bisogno di metodologie efficaci e, soprattutto, cristalline. Gli algoritmi scovano di continuo tecniche SEO illegali che, se pur in grado di dare un forte impulso iniziale, una volta scoperte vengono pesantemente penalizzate, con il rischio di vedere un sito scomparire dalla prima pagina dei risultati.

Le regole della SEO

Per una strategia SEO duratura e di successo è necessario operare su tre fronti contemporaneamente:

  1. Contenuti e Keywords. Grazie alla consulenza di un Consulente seo è possibile individuare una Keyword Map su misura del business, capace di attirare il giusto traffico. I contenuti giocano a loro volta un ruolo di rilievo perché, se di valore, attirano traffico e vengono premiati dagli algoritmi dei motori di ricerca.
  2. SEO on-page. Le tecniche SEO-on page puntano all’architettura di un sito e hanno lo scopo di rendere una piattaforma pienamente accessibile e riconoscibile ai server di Google. Si opera dunque sulla sitemap, sui permalink, sui marcatori tag-title e sulla velocità di caricamento delle pagine del sito. Non ultimo l’uso del protocollo https.
  3. SEO off-page. Si tratta di migliorare il posizionamento di un sito attraverso il link building. Quanto più il sito ottiene link inbound da siti terzi (naturalmente attinenti e autorevoli) tanto più acquisirà punti per il posizionamento sui motori di ricerca. Per fare questo potete usare banner su siti in target con l’alt appropriato, press release, article marketing e qualche buona directory.

Post Correlati